Luka Cirimotic

Nato a Janjevo (Kossovo) il 18 agosto 1929, P. Luka Cirimotic frequenta il ginnasio a Pazin e a Osijek. Durante il servizio militare completa la scuola ufficiali di riserva.  Segue gli studi teologici a Zagreb, a Skopje viene ordinato Sacerdote il 29 giugno 1959 e subito gli viene affidata una parrocchia. Terminati gli studi, nel Natale 1960, il Vescovo Mons. S. Franjo "ekada gli affida le parrocchie di Stubla e Binac. 
In entrambe le parrocchie venivano utilizzate come chiesa due semplici stalle. Con le immense difficoltà causate dal regime comunista e dalla povertà della popolazione, confidando in Maria, P. Luka riesce a costruire la chiesa portando i parrocchiani ad una profonda unità tra loro e con Dio. 
Egli ritiene provvidenziale il fatto di aver potuto verificare l’importanza della Consacrazione a Dio per le mani di Maria vissuta da tutte le categorie della parrocchia e, soprattutto, dai giovani. Molti di questi, infatti, anche grazie alla sua testimonianza sono diventati sacerdoti e oggi lavorano nella diocesi o come missionari in Albania.
Con l’aiuto della Madonna, P. Luka ottiene finalmente dal Governo il permesso di costruire la chiesa, la casa parrocchiale e, per i poveri, un ambulatorio medico. Inoltre, il permesso di costruire la strada pubblica, da lui proposta, è motivo di meraviglia per mussulmani e ortodossi e considerato come un segno profetico della sua chiamata a spianare la strada verso la Nuova Evangelizzazione e la Spiritualità della Consacrazione ai Tre Cuori, mediante una nuova teologia e prassi pastorale. 
Durante il Concilio Vaticano II, P. Luka collabora con il Vescovo di Skopje, Mons. S. F. "ekada, al quale consegna una breve riflessione sulla pastorale della Chiesa contemporanea.
Questo testo è stato poi consegnato anche al Prof. Ivan Golub, oggi membro della Pontificia Commissione Teologica. 
Volendo rispondere alla vocazione di apostolo della Spiritualità della Consacrazione, chiede di essere accolto tra i Monfortani. Con il permesso del P. Provinciale si iscrive all’Istituto Pastorale dell’Università Lateranense. Dopo il primo semestre prepara le sue riflessioni sulla Pastorale e le consegna al preside dell’Angelicum, P. Raimondo Sigmund che, letto il testo, gli dice: “L’ho letto tutto d’un fiato. Io sono perito carismatologo conciliare e ti dico: Questo è il tuo carisma, devi scrivere un libro su questo argomento”. Il testo viene consegnato al preside dell’Istituto Pastorale dell’Università Lateranense e della Gregoriana, Prof. Domenico Grasso, il quale scrive di suo pugno sull’ultima pagina queste parole: “Tutto vero e tutto bello! Tutto sta a metterlo in pratica! È il Concilio verificato”.
Nel cercare un’adeguata risposta al quesito “come si attua la salvezza che Dio offre all’uomo?” elabora delle riflessioni di Cristologia, Mariologia ed Ecclesiologia Trinitarie che, unite alla comprensione delle ragioni della sofferenza e altri argomenti di grande importanza, confluiranno a costituire il contenuto basilare della Nuova Evangelizzazione. Elabora, inoltre, un nuovo concetto di Spiritualità della Consacrazione ai Cuori di Maria, di Gesù e di Dio Padre.
Questi due aspetti vengono presentati per la prima volta nel marzo 1981 alla Conferenza Episcopale Jugoslava, che costituisce il “Comitato per la Consacrazione dei Popoli della Jugoslavia al Cuore Immacolato di Maria”.
Predicatore incisivo e tenace, dalla volontà ferma e dalla parola ardente, P. Luka ha lavorato instancabilmente per avere a Medjugorje un Centro di Esercizi Spirituali e ha fondato dapprima il Movimento ‘Amici della Spiritualità di Montfort’ e poi il Movimento Internazionale ‘Consecratio Mundi’. Teologo zelante, ha dato alla pratica della Consacrazione a Maria un più solido fondamento biblico e teologico, evidenziando l’intima connessione di tale tema a tutti i temi della teologia sistematica. Colpito poi da un male incurabile, si è spento nella sua Macedonia, nascendo al Cielo il 23 aprile 2006, giorno della Festa della Divina Misericordia.
II ‘cammino missionario’ di Padre Luka ha attraversato diverse nazioni, tra cui anche l'Italia, dove coloro che lo hanno conosciuto e ascoltato ne testimoniano, oltre la fervente fede, la straordinarietà sacerdotale.
Ora, egli lascia a ognuno di noi l’arduo compito di completare la sua opera realizzando ciò che è ancora incompiuto.



LIBRI PER GENERE

OMEOPATIA

PEDIATRIA

ALIMENTAZIONE

DENUNCIA SANITARIA

BENESSERE FISICO

MEDICINA PREVENTIVA

PATOLOGIE SPECIFICHE

SCIENZE

SPIRITUALITÀ



catalogo generale articoli su InformaSalus